GardaLiving-LogoGardaLiving
Tuo portale immobiliare per il lago di Garda
GardaLiving-LogoGardaLiving
Tuo portale immobiliare per il lago di Garda
© Milos4U - shutterstock.com

Trova l'immobile dei tuoi sogni sul lago di Garda!

Siete qui:
  1. Home
  2. Informazioni utili
  3. Norme edilizie

Costruzione, ristrutturazione, manutenzione

Prima di poter iniziare i lavori di costruzione, ristrutturazione o manutenzione il più delle volte bisogna occuparsi di alcuni adempimenti burocratici. Anche se ciò può comportare lunghi tempi di attesa occorre comunque attenersi alle disposizioni e richiedere i permessi necessari prima di iniziare i lavori.

In Italia si ricorre a piani regolatori a livello nazionale, regionale, provinciale e comunale; non è possibile perciò suggerire linee generalmente valide riguardo alle varie autorizzazioni necessarie per un dato intervento edilizio. Ogni intervento edilizio è particolare e occorre quindi informarsi presso un professionista su quali autorizzazioni siano necessarie, o che sarebbe meglio comunque avere, nel vostro caso specifico. Molti comuni nel loro sito internet mettono a disposizione informazioni esaurienti a questo scopo. Inoltre potrebbe essere d’aiuto concordare un appuntamento con il responsabile dell’ufficio tecnico locale, per chiarire immediatamente se l’intervento edilizio pianificato possa essere autorizzato dal comune e quali passaggi burocratici occorra intraprendere.

Ci limitiamo quindi ad illustrare le principali autorizzazioni, spiegandone le finalità:

Permesso di costuire

La richiesta del permesso di costruire deve essere firmata da un professionista abilitato, per poi essere presentata allo sportello unico del comune competente. L’amministrazione comunale ha 60 giorni di tempo per verificare la domanda. continua

Dichiarazione di inizio attività

Tramite la DIA il locale ufficio tecnico viene informato riguardo agli interventi edilizi pianificati per un dato immobile. Se entro 30 giorni l’amministrazione comunale non si oppone, decorso questo periodo di tempo è possibile iniziare i lavori, comunque non oltre un anno. continua

Segnalazione di inizio attività

Anche per quanto riguarda la SCIA si tratta di una denuncia di inizio attività, che può essere presentata al posto della DIA ordinaria. continua

Interventi di attività libera

È consentito condurre alcuni interventi edilizi senza doverne informare l’amministrazione comunale. continua

Certificato di agibilità

Entro 15 giorni dal termine dei lavori è obbligatorio richiedere presso il comune il cosiddetto certificato di agibilità. Esso conferma che l’immobile rispette le normative italiane in materia di edilizia e il locale piano regolatore. continua

Dichiarazione di conformità

La dichiarazione di conformità per impianti prevede diversi documenti nei quali gli installatori degli impianti elettrici, di riscaldamento o sanitari dichiarano che tali impianti rispettano le norme di sicurezza attualmente in vigore in Italia e in Europa. continua

Certificatione energetica

L’attestato di certificazione energetica è un documento ufficiale, vale 10 anni e viene rilasciato da un organismo indipendente. Esso riporta le norme tecniche e le classi energetiche per gli impianti di riscaldamento, di produzione dell’acqua calda sanitaria e di climatizzazione. continua

Edilizia antisismica

A partire dal 2003 l’Italia è stata suddivisa in 4 grandi zone a rischio sismico. Da quel momento in avanti tutte le nuove costruzioni hanno dovuto rispettare le norme antisismiche, aggiornate di volta in volta in base agli standard tecnici più avanzati. continua

Sanzioni e condono

Se si effettuano degli interventi ad un immobile non conformemente a quanto autorizzato o addirittura senza l’autorizzazione necessaria, oppure se ne richiede l’autorizzazione solo dopo la loro effettuazione, siamo in presenza di una violazione delle leggi, punita con diverse sanzioni. continua

Altri informazioni utili: